Smetto quando voglio 1


12721771_10208874538971793_1949835703_nTrama:

Pietro Zinni è un ricercatore neurobiologico a cui viene negato il rinnovo del contratto e viene licenziato.

Una casa, bollette da pagare e una convivenza, insomma la situazione finanziaria non è delle migliori.

Gli amici di Pietro lavorano tutti come precari e lui non vuole fare la loro stessa fine. Laureati estremamente preparati, due latinisti che devono accontentarsi di fare i benzinai in nero per un cingalese, un chimico lavapiatti in un ristorante cinese con l’aspettativa di diventare cameriere, un archeologo muratore, un antropologo disoccupato e un economista che cerca di barare a poker. Insieme a uno di loro riesce a trovare una molecola stupefacente legale. I protagonisti iniziano a spacciare la sostanza e sembra che vada tutto per il verso giusto, ma col passare del tempo la situazione sembra aver preso una piega diversa rispetto a quella prevista.

Recensione:

Sydney Sibilia esordisce sul grande schermo con “Smetto quando voglio”, una commedia che evidenzia i problemi critici dell’Italia attraverso l’ironia. Il film è molto divertente, nella fase centrale rallenta un po’ ma mantiene il pubblico sveglio, anche nel finale mantiene alto l’humor a differenza di molte commedie che man mano tendono a spegnersi.

Il protagonista Pietro Zinni (Edoardo Leo) si improvvisa un po’ il Walter White (Breaking bad) italiano. Edoardo Leo inizia ad essere una certezza per la comicità italiana, mentre Sydney Sibilia inizia la carriera da regista col botto, ed essendo molto giovane si prospetta un grande futuro per lui. Anche il resto del cast attira l’attenzione del pubblico risultando molto simpatico.

Riconoscimenti:

David di Donatello 2014:

  1. Nomination miglior film
  2. Nomination miglior regista esordiente (Sydney Sibilia)
  3. Nomination miglior attore protagonista (Edoardo Leo)
  4. Nomination migliore attore non protagonista (Valerio Aprea, Libero de Rienzo, Stefano Fresi)
  5. Nomination miglior produzione
  6. Nomination miglior sceneggiatura
  7. Nomination miglior montaggio
  8. Nomination miglior sonoro
  9. Nomination migliore canzone originale
  10. Nomination migliori effetti speciali

Nastri d’argento 2014:

  1. Vinto miglior Produzione
  2. Nomination miglior commedia
  3. Nomination miglior regista esordiente (Sydney Sibilia)
  4. Nomination miglior attore protagonista (Edoardo Leo)
  5. Nomination miglior casting director

Altro:

Genere: Commedia

Durata: 100

Anno: 2014

Paese di Produzione: Italia

Casa di produzione: Fandango, Rai Cinema, Ascent Film

Regista: Sydney Sibilia

Attori principali: Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero de Rienzo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Pietro Sermonti, Valeria Solarino, Neri Marcorè

Voto: 4 (su una scala da 1 a 5)

 

Si è vero, sono laureato, ma è un errore di gioventù del quale sono profondamente consapevole! Cit. Andrea (Pietro Sermonti)

 

 

Alessandro Perria


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Smetto quando voglio